Cina, import di vino: i dati sui primi 7 mesi 2022

Set 30, 2022 | Informazioni | 0 commenti

I cambiamenti economici e politici hanno caratterizzato l’attuale situazione storica globale. In Cina si è assistito allo scoppio dell’epidemia da Covid-19, ai lockdown improvvisi e totali ancora in vigore, una guerra commerciale con l’Australia e dazi fino al 218% su vini e altri prodotti. Adesso si assiste ad un acuirsi delle tensioni militari e geopolitiche con Taiwan (e quindi con gli Stati Uniti) e ad un graduale riavvicinamento alla Russia: le esportazioni cinesi verso la Russia sono aumentate del 22,2% a luglio di quest’anno.

Anche la crescita economica della Cina rallentando in modo significativo a causa delle restrizioni di aprile-maggio 2022: il PIL è cresciuto di appena lo 0,4%, nel secondo trimestre (aprile-giugno), rispetto al 2021, la peggiore performance dal 1992 (escludendo la riduzione del 6,9% a causa dello shock iniziale causato dal Covid-19 nel primo trimestre 2020).

Tali premesse influenzano chiaramente anche le importazioni di vino. I dati del Nomisma Wine Monitor relativi ai primi 7 mesi del 2022 mostrano una riduzione del 15% dei volumi di vino importati rispetto al 2021 (poco più di 2,1 milioni di ettolitri di vino) e del 49% rispetto al picco registrato nel 2018.

Questi gli ultimi dati sulle importazioni di vino in volume (soprattutto per la categoria di vini fermi, che risultano tra i più importati e consumati) rispetto al picco del 2018 per Paese di origine:

  • Italia: -32%;
  • Francia: -59%;
  • Cile: -10%.

I vini cileni hanno beneficiato degli accordi di libero scambio siglati con la Cina nel 2006 (zero dazi doganali). Questi accordi hanno favorito la crescita dei volumi (3% rispetto al 2021) del Cile e della Nuova Zelanda che gode degli stessi benefici.

In questa situazione apparentemente complessa e difficile, non mancano opportunità per i produttori di vino italiani, poiché la Cina sta attuando diversi progetti di sviluppo del business, attraverso progetti di espansione commerciale, creazione di aree free-trade e offerta di beni di consumo (anche esotici).

Cantine Italiane

Esistiamo per la promozione delle cantine e dei prodotti vitivinicoli italiani, non esitare a contattarci per ricevere informazioni sui mercati esteri e su come entrare nella commercializzazione dei tuoi prodotti nel mondo.

Telefono

Italia - (+39) 0935 22599

Shangai - (+86) 555 445 55445

Il vino italiano all'estero