Vini italiani, un trend in crescita

Ott 13, 2021 | Informazioni | 0 commenti

Il 18 ottobre prossimo, nel corso del Vinitaly Special Edition che si terrà a Verona, sarà presentata da IRI una ricerca sul consumo di vino nei primi 9 mesi del 2021. IRI, il più grosso centro di analisi di mercato nel mondo, ha già inviato una preview del rapporto dalla quale emergono dei risultati piuttosto interessanti.

La crescita del consumo di vino, che era già aumentata nella fase di lockdown quando il vino era possibile consumarlo solo a casa, sta proseguendo anche nel progressivo ritorno alla gradualità. Il dato che sorprende è che le vendite maggiori riguardano i prodotti di qualità a scapito di quelli più economici.

I dati della preview indicano che da gennaio a settembre 2021 le vendite dei vini sono cresciute di del 7%, passando dal 2% al 9%. Dai dati di vendita, emerge che la crescita riguarda vini come il Vermentino e i vini della Valpolicella, mentre calano Lambrusco, Barbera e Bonarda.

Tra i prodotti di maggior successo, Barolo e Brunello di Montalcino, che crescono di oltre 40 punti percentuale, ma il podio spetta a Lugana e Sagrantino di Montefalco.

Dalla ricerca Iri per Vinitaly emerge il rafforzamento del trend che tra i vini in bottiglia da 0,75 litri premia le etichette a denominazione (+4,8% in volume e + 10,8 in valore i vini Dop mentre crescono del 3,6% a volume e dell’8,1% a valore i vini Igp). Grande rimbalzo degli spumanti cresciuti del 27,1%. Male tutti gli altri formati: bottiglioni di vino comune, brik, bag in box. Le bottiglie a marca del distributore (MDD) ovvero quelle a private label, crescono invece del 3,0% nel formato da 0,75lt, ma calano del 2,9% nel totale.

Cantine Italiane

Esistiamo per la promozione delle cantine e dei prodotti vitivinicoli italiani, non esitare a contattarci per ricevere informazioni sui mercati esteri e su come entrare nella commercializzazione dei tuoi prodotti nel mondo.

Telefono

Italia - (+39) 0935 22599

Shangai - (+86) 555 445 55445

Il vino italiano all'estero