Vino, il mercato raddoppierà entro il 2026

Ott 28, 2022 | Informazioni | 0 commenti

Pare che il mercato del vino nel cosiddetto Paese del Dragone sia destinato a crescere ancora, grazie soprattutto al notevole potere d’acquisto dei millennials e della generazione Z. Stando al più recente rapporto redatto della società leader di dati e analisi GlobalData, che ha per l’appunto analizzato il mercato vinicolo della Cina, sarà proprio il potere esercitato dai membri delle generazioni più giovani a fare da forza trainante dell’espansione del consumo pro capite nei prossimi cinque anni, portando il mercato locale a quasi raddoppiare di dimensioni entro il 2026.

Stando a quanto riportato nel sopracitato rapporto, infatti, il mercato cinese del vino dovrebbe espandersi da 268,6 miliardi di RMB (42 miliardi di dollari) nel 2021 a 462,4 miliardi di RMB (72,2 miliardi di dollari) nel 2026, registrando un tasso di crescita annuale composto (CAGR) dell’11,5%. Un ruolo centrale di questa crescita, secondo l’analisi di GlobalData, sarà giocato dalla ripresa delle attività economiche e sociali, che di fatto andranno a stimolare direttamente le vendite e il consumo di vino o altri alcolici: a tal proposito il rapporto indica una stima di crescita del 68,8% dei consumi, in linea per l’appunto con la ripresa economica e l’aumento del reddito disponibile. È altrettanto interessante notare che, in questo contesto, la tale crescita sarà soprattutto trainata dalla categoria dei vini fermi, i più apprezzati dai cittadini cinesi, seguiti a ruota dagli spumanti.

“Il vino sta diventando una bevanda alcolica molto popolare tra i consumatori cinesi, grazie ai benefici percepiti per la salute e la bellezza e all’influenza delle abitudini di vita occidentali” ha commentato Bobby Verghese, Consumer Analyst di GlobalData. ” I giovani Millennials e gli adulti della Gen Z, che hanno un notevole potere d’acquisto, stanno ridisegnando il mercato cinese del vino”. Importante considerare, per di più, l’impatto della crescita del marketing sui social media e delle piattaforme di e-commerce: “I produttori stanno anche introducendo bottiglie di vino di piccole dimensioni per incoraggiare i bevitori inesperti a provare i loro marchi o etichette”. Insomma, il futuro del vino pare particolarmente roseo nel Paese del Dragone – a meno che non siate dipendenti pubblici: in quel caso, bere alcolici potrebbe essere vietato.

FONTE: DISSAPORE

Cantine Italiane

Esistiamo per la promozione delle cantine e dei prodotti vitivinicoli italiani, non esitare a contattarci per ricevere informazioni sui mercati esteri e su come entrare nella commercializzazione dei tuoi prodotti nel mondo.

Telefono

Italia - (+39) 0935 22599

Shangai - (+86) 555 445 55445

Il vino italiano all'estero