Cantine Tornatore

Via Pietramarina 8A

95012 Castiglione di Sicilia (CT)

L’azienda Tornatore ricade nel versante settentrionale del monte Etna, il vulcano attivo più alto d’Europa. I suoli sono di origine vulcanica e derivano dal disfacimento delle masse laviche, dalle ceneri e dai lapilli. In genere sono terreni formatisi sul posto (autoctoni) oppure trasportati da acque piovane, che in certe aree pianeggianti alle pendici del vulcano, hanno originato vaste estensioni sabbiose, di colore nerastro, profondi ed assai fertili. Il clima del versante settentrionale dell’Etna è caratterizzato da temperature miti, risentendo dell’influenza dei rilievi montuosi a nord (monti Nebrodi). Ne risulta un ambiente tardivo in conseguenza dell’esposizione e dell’altimetria prevalente che favoriscono forti escursioni termiche. L’abbinamento di terreno, clima e sapienza dei vignaioli, hanno fatto del versante settentrionale dell’Etna un territorio ideale per la produzioni di vini di altissima qualità ma soprattutto particolari ed unici.

L’inizio della coltivazione della vite, con la produzione del vino, da parte della Famiglia Tornatore risale al 1865 quando il bisnonno dell’attuale proprietario intraprende l’attività agricola. Nel 1910 Giuseppe, nonno dell’attuale proprietario, costruisce una casa con annesso palmento in contrada Piano Fiera con attigui 2 ha di vigneto a cui si aggiungono altri 2 ha sul versante Nord dell’Etna in contrada Piano Felci a quota 1.000 mt. s.l.m. La famiglia Tornatore ha avuto da sempre una conoscenza dettagliata dei territori del comune di Castiglione di Sicilia dal momento che il nonno Giuseppe e lo zio Giovanni furono nominati all’inizio degli anni ’30 indicatori catastali, accompagnando il topografo a rilevare particelle, per definire confini e nomi delle contrade. A quel periodo risale anche la realizzazione la realizzazione di un oleificio annesso al palmento, che è stato attivo, nelle diverse evoluzioni tecnologiche, sino agli anni ’70. Una famiglia dunque con profonde radici nel territorio di origine, che nelle successive generazioni, non ha mai tralasciato l’attaccamento ed il rispetto dello stesso e delle tradizioni.

L’attività agricola dell’Azienda si basa sulla proprietà e controllo diretto di una società di capitale che possiede 60 ha di terreni siti nell’Agro di Castiglione di Sicilia ed altri 40 ha detenuti direttamente. I terreni sono coltivati per circa 46 ha a vigneto, 8 ha ad uliveto e 5 ha a noccioleto, il resto è in fase di riconversione; per questo motivo, oggi l’azienda Tornatore possiede il vigneto più grande all’interno della zona di produzione Doc Etna. Per estensione, i vigneti dell’Azienda Tornatore, costituiscono oggi la più grande vigna di Etna DOC nell’area di produzione. Sono svariate le contrade interessate dai vigneti dell’Azienda: fra queste le prestigiose contrade Crasà, Pietrarizzo, Malpasso, Pietramarina, Torre Guarino, Carranco e Trimarchisa, tutte nel comune di Castiglione di Sicilia. L’altitudine varia da 550 a 700 m sul livello del mare e l’età varia dai 30 ai 5 anni per i rossi e di 5 anni per i bianchi. I vigneti dell’azienda sono stati recentemente ristrutturati al fine di migliorare ulteriormente gli standard qualitativi e mantenere al massimo il legame con il territorio e le tradizioni vitivinicole (elevata densità di impianto, scelta varietale rigorosamente autoctona). Particolare attenzione però si è data, laddove possibile, alla meccanizzazione dei nostri vigneti. E’ stato mantenuto un elevato numero di ceppi ad ettaro (circa 6.000) ed è stato scelto il sistema di allevamento a cordone singolo con 3/4 speroni. Gli impianti sono realizzati per la quasi totalità a spalliere con sesto di 2,20×0,80. I vitigni presenti sono quelli autoctoni siciliani previsti dal disciplinare di produzione dei vini a DOC Etna.

La raccolta delle uve viene eseguita a mano. Successivamente trasportate in apposite cassette, le uve vengono vinificate nella modernissima cantina aziendale capace di mantenere alti gli standard di qualità, nel massimo rispetto della tradizione. Le uve vengono selezionate e trattate manualmente al fine di meglio esaltare le caratteristiche di ogni singola vigna. L’invecchiamento avviene in botti di rovere situate in ambiente completamente interrato con isolamento ottenuto con blocchi di basalto dell’Etna posti a regola d’arte alle pareti e al pavimento della bottaia.

La cantina, pur disponendo di attrezzature all’avanguardia, è stata realizzata a basso impatto nel massimo rispetto dell’ambiente circostante. Per il funzionamento della stessa vengono impiegate fonti rinnovabili di energia.

Vini Rossi

ETNA ROSSO

DOC

Vitigno: Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio.

Zona di produzione: ETNA, versante nord nel comune di Castiglione di Sicilia.

Sistema di allevamento: Controspalliera.

Sistema di potatura: Cordone speronato.

Produzione uva per ettaro: 70 quintali.

Epoca Vendemmia: seconda e terza decade di ottobre.

Vinificazione: Le uve raccolte manualmente in piccole cassette vengono portate velocemente in cantina e vengono sottoposte ad una selezione manuale su nastro. Diraspate e non pigiate totalmente, vengono inviate in vasche di cemento, dove macerano per circa 10/12 giorni ad una temperatura di 22/25°C. Finita la fermentazione le uve rimangono a macerare ancora per qualche giorno dopodiché vengono svinate e pressate con pressa verticale del tipo tradizionale.

Affinamento: Circa 6 mesi in botti di legno grandi e circa 3 mesi in bottiglia.

Caratteristiche organolettiche: Rosso rubino scarico con tenui riflessi violacei, tipici della varietà non molto ricca di colore. Al naso sono evidenti sentori di piccoli frutti rossi, di marasca, amarena. Al palato si distingue per la sua tipica tannicità bilanciata e da una sorprendente pienezza, sapidità e lunghezza.

Colore: Rosso rubino.

PIETRARIZZO

DOC

Vitigno: Nerello Mascalese.

Zona di produzione: ETNA, versante nord nel comune di Castiglione di Sicilia.

Sistema di allevamento: Controspalliera.

Sistema di potatura: Cordone speronato.

Produzione uva per ettaro: 60 quintali.

Epoca Vendemmia: seconda e terza decade di ottobre.

Vinificazione: Le uve raccolte manualmente in piccole cassette arrivano velocemente in cantina dove vengono sottoposte ad una selezione manuale su nastro. Diraspate e non pigiate totalmente vengono inviate in tini di legno tronco-conici, dove macerano per circa 10/12 giorni ad una temperatura di 22/25°C. Giornalmente, per più volte al giorno, alle uve in macerazione si effettuano delle follature manuali con l’ausilio di un follatore pneumatico. Finita la fermentazione le uve rimangono a macerare ancora per qualche giorno dopodiché vengono svinate e pressate con pressa verticale del tipo tradizionale. Il vino così ottenuto riposa, in botti da 25 hl, per più di un anno prima per di essere imbottigliato

Affinamento: Più di un anno in botti di legno e vasche di cemento e circa 3 mesi in bottiglia.

Caratteristiche organolettiche: Rosso rubino scarico. Fine delicato ed incredibilmente equilibrato al naso. Sono evidenti sentori di piccoli frutti rossi, fiori, perfettamente integrati ad un mineralità ed evoluzione degne di un grande vino. In bocca è di grande struttura ma di una sorprendente bevibilità ed eleganza.

Colore: Rosso rubino.

TRIMARCHISA

DOC

Vitigno: Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio.

Zona di produzione: ETNA, versante nord nel comune di Castiglione di Sicilia.

Sistema di allevamento: Controspalliera.

Sistema di potatura: Cordone speronato.

Produzione uva per ettaro: 60 quintali.

Epoca Vendemmia: seconda e terza decade di ottobre.

Vinificazione: Le uve raccolte manualmente in piccole cassette arrivano velocemente in cantina dove vengono sottoposte ad una selezione manuale su nastro. Diraspate e non pigiate totalmente vengono inviate in tini di legno tronco-conici, dove macerano per circa 10/12 giorni ad una temperatura di 22/25°C. Giornalmente, per più volte al giorno, alle uve in macerazione si effettuano delle follature manuali con l’ausilio di un follatore pneumatico. Finita la fermentazione le uve rimangono a macerare ancora per qualche giorno dopodiché vengono svinate e pressate con pressa verticale del tipo tradizionale. Il vino così ottenuto riposa, in botti da 25 hl, 18 mesi prima per di essere imbottigliato.

Affinamento: 18 mesi in botti di legno e vasche di cemento e 6 mesi in bottiglia.

Caratteristiche organolettiche: Rosso rubino con tenui riflessi violacei. Ricco e complesso al naso, ricorda molto piccoli frutti di rovi, l’amarena ed un delicatissimo sentore di legno dolce. Al palato è deciso, complesso e straordinariamente persistente.

Colore: Rosso rubino.

Vini Bianchi

PIETRARIZZO ETNA BIANCO

DOC

Vitigno: Carricante.

Zona di produzione: ETNA, versante nord nel comune di Castiglione di Sicilia.

Sistema di allevamento: Controspalliera.

Sistema di potatura: Cordone speronato.

Produzione uva per ettaro: 60 quintali.

Epoca Vendemmia: Seconda decade di ottobre.

Vinificazione: Le uve raccolte manualmente in piccole cassette vengono portate velocemente in cantina dove vengono sottoposte ad una selezione manuale su nastro. Diraspate e pigiate leggermente arrivano in pressa dove vengono pressate in maniera soffi ce. Il mosto ottenuto viene illimpidito a freddo e posto a fermentare a temperatura di 15/16°C in botti di rovere da 50 hl. Finita la fermentazione il vino ottenuto sosta sulle fecce fini per circa cinque mesi.

Affinamento: Circa cinque mesi in botti di legno e 3 mesi in bottiglia.

Caratteristiche organolettiche: Giallo paglierino intenso con tenui riflessi verdognoli alla vista; piacevoli sentori di frutta esotica e soprattutto di pompelmo e pesca bianca segna-no il naso di questo vino il quale mostra la sua vera identità al palato con una piacevolissima sapidità e freschezza completate da una straordinaria complessità e dolcezza gustativa.

Colore: Giallo paglierino intenso.

ETNA BIANCO

DOC

Vitigno: Carricante.

Zona di produzione: ETNA, versante nord nel comune di Castiglione di Sicilia.

Sistema di allevamento: Controspalliera.

Sistema di potatura: Cordone speronato.

Produzione uva per ettaro: 70 quintali.

Epoca Vendemmia: Seconda decade di ottobre.

Vinificazione: Le uve raccolte manualmente in piccole cassette vengono portate velocemente in cantina e vengono sottoposte ad una selezione manuale su nastro. Diraspate e pigiate leggermente arrivano in pressa dove vengono pressate in maniera soffi ce. Il mosto ottenuto viene illimpidito a freddo e posto a fermentare a temperatura di 15/16°C. Finita la fermentazione il vino ottenuto sosta sulle fecce fini per circa tre mesi.

Affinamento: Da 4 a 6 mesi in vasche di acciaio e cemento.

Caratteristiche organolettiche: Giallo paglierino tenue con intensi riflessi verdognoli alla vista; piacevoli sentori di mela verde, pompelmo, pesca bianca e di erbette aromatiche, segnano il naso di questo vino il quale mostra la sua vera identità al palato con una piacevolissima sapidità e freschezza completate da una straordinaria mineralità; esclusive note che invitano al secondo bicchiere.

Colore: Giallo paglierino tenue.